Monthly Archives giugno 2014

Oltre il tempo – poesie di giancarlo guidotti

oltre il tempo – poesie pubblicate il 16 – luglio 2010

la poesia, più di ogni altra scienza della tecnica e della storia è in grado di rendere col volto vero del poeta, il volto dell’uomo nelle sue pieghe più intime e sensibili
la poesia da viva voce a chi non l’ha, essa interpreta una condizione sociale e se ne fa cantore

—–

Guidotti Giancarlo, nato a Piancastagnaio -Siena, laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Roma, vive a Padova da molti anni. Ha vinto numerosi concorsi letterari e collaborato con riviste culturali italiane ed estere. Ampio consenso della critica letteraria nazionale(Fiera del libro Torino) ed estera (fiera del libro Francoforte e la Pensée Universelle di Parigi) ha riscosso il saggio critico di De Sanctis e il naturalismo francese...

Read More

Ghino di Tacco detto il Falco di Giancarlo Guidotti – traduzione in inglese –

Ghino di Tacco detto il Falco -called the Hawk. (Padova2001- Ed. Progetto) è stato tradotto in inglese

Ghino di Tacco’s family was the head of a vast anti-Guelph resistance movement, which covered most of the area situated to the southeast of Siena, as far as the Val di Chiana. It was right in the middle of this turbulence, in such tumult of different worlds, that the horizon of the Sienese state was crossed, like a meteor, by the figure of Ghino di Tacco. His is the tragedy of all 13th Century.
“Not a few are the pages of pathos and of extraordinary fascination, in particular,
the final pages of Ghino di Tacco, wounded, who, almost at the end, sees and
remembers, while the troops go into battle.” (Lugaresi – writer).
The book has been well received by newspaper critics and film dir...

Read More

Le pagine di Francesco di Giancarlo Guidotti

Le pagine di Francesco (Roma Giugno 2010 – Gruppo albatros il Filo s.r.l.).

Sembra forte, sicuro di sé, indipendente: l’uomo di oggi, immortalato nelle pagine e nel ritratto di Francesco, si mette a nudo rivelando tutta la sua fragilità, le debolezze, la confusione,
lo spaesamento che seguita degli affetti…fuggiti in nome di una presunta, saggia, costruttiva solitudine.
La “spogliazione” degli orpelli collezionati in un travagliato vissuto e dai diktat imposti nella società che isola l’individuo, nutrendolo ed esaltandolo nel proprio io, avviene prima con impaccio
e imbarazzo,poi via via si fa più naturale, quasi spontanea, irresistibile. E’ l’anima che traspare, che supera le apparenze, che si libera e vibra di vita in versi, sollevandosi nel cielo limpido della poesia

Read More